Sperimentare, innovare, educare in museo

A youth event at Tate Modern

Come è possibile progettare interventi didattici innovativi considerando le particolarità del contesto museale in cui si opera? È possibile raccogliere evidenze per ripensare le attività educative svolte e migliorare la loro efficacia? Come si può garantire l’attività dei servizi educativi dei musei e allo stesso tempo rispondere alla necessità di svolgere ricerche sul campo in ambito educativo?

In occasione della nuova edizione del master internazionale in “Standards for museum education” abbiamo chiesto a Emily Pringle di svolgere un seminario su come prevedere ricerche sul campo all’interno delle attività svolte dal servizio educativo museale e di raccontarci la sua esperienza alla Tate Modern di Londra. Il seminario, parte integrante del corso di master, si terrà dal 7 al 9 marzo 2016 (salvo variazioni tempestivamente comunicate) e includerà un’esercitazione pratica in un museo di Roma.

Emily Pringle è responsabile per lo sviluppo dei programmi educativi alla Tate Britain e alla Tate Modern. Si occupa in particolar modo di programmi di ricerca-azione in museo, coordina il gruppo di educatori museali e sviluppa progetti inter-dipartimentali.

 

Comments are closed.