Il museo può cambiare le nostre vite. Giacometti e Guttuso per parlare di giustizia sociale

Negli ultimi anni il dibattito sulla comunicazione museale si è focalizzato sulla necessità di creare un nuovo rapporto tra museo e pubblico. I musei ripensano il loro ruolo nella società e scelgono nuove strategie di coinvolgimento del pubblico, anche quello più lontano.

Durante un seminario del corso di master internazionale in “Standards for museum education“, Liz Ellis della Tate Modern di Londra ci ha fatto sperimentare come il museo possa diventare per i visitatori uno strumento di riflessione su temi quali giustizia e riscatto sociali durante la crisi economica globale degli ultimi anni.

Partendo dall’osservazione delle opere di Giacometti e Guttuso della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma (GNAM) abbiamo affrontato un percorso che ha portato i nostri corsisti a immaginare interventi concreti per valorizzare il museo come agente di promozione sociale in particolari contesti di disagio. 

Link utili

IMG_1106 3

IMG_1108_2

Comments are closed.